Il repertorio

Il «Coro Castelgrande» – che si esercita ogni mercoledì sera presso La Sala Patriziale di Carasso) – ha voluto ritagliarsi una sua identità nel vasto panorama canoro ticinese, aggiungendo ai canti folcloristici e della montagna molti brani variegati sia per epoca di composizione con pezzi classici (Bach, Händel, Beethoven, Verdi) e contemporanei, sia per regione geografica spaziando dagli spartiti in dialetto ticinese ai testi in inglese e in diversi altri idiomi, oltre all’italiano s’intende. Il Coro ha anche in dotazione la “Missa quarta, in Nativitate Christi” che il bellinzonese Roberto Galfetti aveva composto nel 1954 e che è stata eseguita in diverse occasioni, anche nella chiesa Collegiata di Bellinzona.
Nel repertorio attuale il coro si presenta con brani dei compositori contemporanei Bepi De Marzi e Marco Maiero, così come con brani tratti da colonne sonore (quali i film “La vita è bella”, “Sister act”, “Il Mago di Oz”, “Il Principe d’Egitto”), passando per la musica leggera italiana, fino alla musica contemporanea francese e il Gospel.
Il coro si esibisce in più lingue oltre all’italiano e al dialetto ticinese, cantando composizioni in francese, spagnolo, portoghese, inglese, bulgaro ebraico e aramaico.